Menhir del Sud delle Alpi archeologia rupestre in Svizzera

Archeologia rupestre Canton Ticino, Menhir, Cromlech nella Svizzera Italiana

Rosa camuna e svastica

Rosa Camuna di  Guifoes età del ferro

 

Moneta con draghi di Gaul del I secolo a.C

   Pietra della Galiazia tarda età del ferro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dalla rosa Camuna alla svastica

 

I camuni o Camunni, furono una popolazione dell'età del ferro. ( I millennio a.C.)

( Nella foto la rosa camuna di Sellero)

Strabone, storico greco (58a.C - 25d.C)  sosteneva che i Camuni facessero parte dei popoli retici e li accostava ai Leponzi.

« Vi sono poi, di seguito, le parti dei monti rivolte verso oriente e quelle che declinano a sud: le occupano i Reti e i Vindelici, confinanti con gli Elvezi e i Boi: infatti si affacciano sulle loro pianure. Dunque i Reti si estendono sulla parte dell’Italia che sta sopra Verona e Como; e il vino retico, che ha fama di non essere inferiore a quelli rinomati nelle terre italiche, nasce sulle falde dei loro monti. Il loro territorio si estende fino alle terre attraverso le quali scorre il Reno; a questa stirpe appartengono anche i Leponzi e i Camuni. »
 
Testimonianze dei Camunni si hanno sopratutto in Val Camonica, dove si trovano moltissime testimonianze di archeologia rupestre ed incisioni sulla roccia. 
Ai Camunni si deve il nome di un graffito simile alla svastica, detto Rosa Camuna. Probabilmente la Rosa Camuna è simbolo di un astro, o di una costellazione, o di una galassia. Come Runa è la lettera G .
 
 
 
E' anche molto simile alla croce indu, detta svastica , che è un simbolo di fortuna e spesso rappresenta il sole. 

La svastica compare altresì nell'arte popolare dell'Estonia e della Finlandia, mentre presso i Prussiani si suppone che abbia dato il nome al dio-sole Suaixtis.

 

Il simbolo della "rosa camuna" si trova in tutto il mondo e a tutte le latirudini. Quella riprodotta a  a sinistra si trova a  Gifoes in Portogallo

La Rosa o ruota cruciforme o  Svastica , o il Triskel che dir si voglia,  significano sempre  dinamismo cosmico. Come il nodo di Salomone, sono simboli onnipresenti, e ubiquitari, e alludono alla circolarità del Tempo,

Comparazione tra la rosa camuna e la svastica

Brunod ha inserito, per primo, nel dibattito sulla iconografia il tema della interpretazione astronomica dei reperti e dei codici multipli nella iconografia. Ha soggiornato a lungo in Portogallo partecipando al progetto «Gravado no tempo» promosso da Mila Simoes de Abreu, fortunata scopritrice delle incisioni della valle di Fox Coa e databili al Paleolitico. Ha
collaborato alla mostra delle origini della ricerca delle incisioni rupestri portoghesi e camune a Lisbona. Le prime ricerche sistematiche sulle incisioni rupestri italiane risalgono agli anni 1930 e vedono nel cuneese Marro Giovanni, il loro fondatore. La svastica e la rosa camuna trovano una coerente spiegazione nel volume «La Rosa camuna di Sellero e la svastica» che fa il punto sulle ricerche. Brunod associa alla ricerca sulla iconografia e sulla storia delle interpretazioni sempre più spesso il ricorso a professionisti della ricerca astronomica .

Le rose incise nella pietra e stelle

Si dice rosa Camuna, a quelle incisioni che hanno la forma a croce , o a 4 petali, o a forma di svastica. Generalmente queste "rose" rappresentano degli astri.                                  

 Secondo gli astronomi e gli archeologi, la "rosa Camuna"  è uno strumento astronomico che permette, di stabilire i cicli stagionali a secondo dell'allineamento della luna e degli altri corpi celesti. La stellapiù importante per i celti era Vega. 14000 anni fa, Vega aveva il privilegio di essere la stella polare ed era la stella più luminosa del cielo.

 Nella preistoria Vega era l riferimento per il nord .

 

 Vega si trova nella Costellazione del Cigno, che ricorda una croce. La prima stella , che è anche la più brillante è Deneb.

Sotto il braccio sinistro della croce,  c'è Vega, che appartiene alla Costellazione della Lyra. Sotto il braccio destro della croce c'è invece Altair che fa parte della Costellazione dell'Aquila.

Deneb Vega ed Altair, formano in estate il triangolo estivo.

le carte stellari

 

altre carte stellari in formato  pps

Ipotesi di Rosa Camuna- svastica - funghi psicoattivi

clic

cliccando sull'immagine della via Lattea si puo' leggere un'ipotesi delle forme dette a Rosa Camuna o svastica

il puntino giallo è il sole all'interno della Via Lattea

 

La danza cosmica

 

Fritjof Capra, laureato in fisica all’Università di Vienna è stato il primo a esplorare i legami tra scienza, e matrici di sapienza antica. Nel suo libro più famoso, Il tao della fisica, cosi scriveva.....

“(...)In un pomeriggio di fine estate, seduto in riva all’oceano, osservavo il moto delle onde e sentivo il ritmo del mio respiro, quando all’improvviso ebbi la consapevolezza che tutto intorno a me era parte di una gigantesca danza cosmica. Essendo un fisico, sapevo che la sabbia, le rocce, l’acqua e l’aria erano composte da molecole e da atomi in vibrazione… ma fino a quel momento ne avevo avuto esperienza solo da grafici, diagrammi, teorie matematiche. Sedendo in quella spiaggia, le mie esperienze presero vita. ‘Vidi’ scendere dallo spazio cascate d’energia; ‘vidi’ gli atomi degli elementi e del mio corpo danzare; percepii il ritmo, ne sentii la musica. E in quel momento seppi che questa era la danza di Shiva, il dio dei danzatori (...)”.

analogie Alpi svizzere  e Shiva

 

Arte rupestre al passo del Maloja (Svizzera)

                                         Rappresentazione Shiva ( India)

Rosa Camuna ( della Croazia )

Uno dei più antichi  esemplari di "rosa camuna" o quadrilobata della cultura Vucedol sviluppatasi tra il 3000 ed il 2400 a.C. nei presso di Vukovar (cultura danubiana), tra Serbia e Croazia, contemporanea dei sumeri in Mesopotamia.